Salta ai contenuti
Home > Guida Turistica > Arte e Storia

Basilica di San Gaudenzio

NomeDescrizione
IndirizzoVia San Gaudenzio 22
NOVARA (NO)
Telefono+39.0321.629894
AperturaOrari di apertura della Basilica: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 19.00
TariffeGratuita
Edificata tra il 1577 e il 1590 su probabile disegno di Pellegrino Tibaldi, la basilica si pose fin dal principio come emblema della cittadinanza novarese contro la presenza, sempre più opprimente, dello Stato assoluto instaurato dagli Spagnoli. Portato a termine solo nella seconda metà del XVII secolo, l'edificio, a una navata, presenta una pianta a croce latina, di struttura tardo-rinascimentale. La basilica possiede numerose opere d'arte, tra cui un'antica cattedra vescovile. Nello scurolo, di fattura settecentesca, è conservata un'urna d' argento con i resti di San Gaudenzio, patrono della diocesi. Nella cappella del Santissimo Sacramento sono esposte otto tele secentesche del Fiammenghino, che rappresentano scene della vita di San Gaudenzio, svoltasi nella città. La cappella della Natività (seconda cappella a sinistra) ospita un polittico di Gaudenzio Ferrari (commissionato nel 1514 circa), appartenente alla primitiva chiesa di San Vincenzo, con tavole raffiguranti il Presepio, l'Annunciazione (nel registro superiore del polittico), la Vergine con il Figlio fra i Santi Rocco, Ivo e i Vescovi Gaudenzio ed Ambrogio, i Santi Pietro e Giovanni Battista e i Santi Paolo ed Agabio (nel registro inferiore). Sostanzialmente conforme ai canoni rinascimentali è la cornice (con cornicioni e colonne) delle sei tavole. Nella cappella dell'Angelo Custode (prima cappella di sinistra) sono presenti affreschi di Tanzio da Varallo (1629), raffiguranti i santi protettori della famiglia Nazari (che era la famiglia committente), scene bibliche, il Paradiso e il Purgatorio. Questi dipinti, così come la tela raffigurante la Battaglia di Sannacherib sono il frutto di un gusto che probabilmente già esce dai confini regionali per trovare ispirazione nell'arte dell'Europa centrale. Il campanile è opera di Benedetto Alfieri (1786). La cupola, edificata tra il 1840 e il 1885 da Alessandro Antonelli, è completamente realizzata in muratura, misura 121 m di altezza e ha un diametro alla base di 31 m. Alla sommità è posta una statua in rame dorato del Cristo Salvatore, opera di Pietro Zucchi (1873).
Il Seicento nel Novarese
Cod. 11

Il Seicento nel Novarese

F.Gonzales, C.Ranghino
ATL della Provincia di Novara

Itinerari d'arte nel Novarese.
Il seicento novarese rappresenta un segno stilistico forte che ha caratterizzato l'intero territorio provinciale, con un gusto suo proprio, uno stile inconfondibile che interpreta con fantasia ed estro le forme classiche, fatte di luci ed ombre che costituiscono la sua originalità.
Questa è la teatralità del nostro seicento "devoto": la meaviglia declinata secondo i dettami del concilio di Trento.

Ricerca
Affina la ricerca sfruttando i seguenti filtri
Logo ATL
ATL Novara - Baluardo Quintino Sella, 40 - 28100 Novara
P.IVA 01679820033 - C.F. 94031260030 - Tel. 0321.394059 - Fax 0321.631063
EMAIL info@turismonovara.it - PEC aptlnovara@pec.it